Hans (by Lucia Venturini & Sergio Pezzetta) model: Michele Pogliani - © Matteo Guariso

 

hans+michele-53

hans+michele-124

 

MICHELE POGLIANI-224

HANS+MICHELE POGLIANI - © MATTEO GUARISO

HANS+MICHELE POGLIANI - © MATTEO GUARISO

HANS+MICHELE POGLIANI - © MATTEO GUARISO

 

LUCIA VENTURINI+SERGIO PEZZETTA - © MATTEO GUARISO

hans+michele-143-Modifica

PENSATA PER ARREDARE CON SEMPLICITA’ SPAZI APERTI BATTUTI DAL SOLE, DALLA PIOGGIA E DA VENTI FORTI, “HANS “ E’ UNA LINEA D’ARREDO CHE COMPRENDE CHAISE LONGUE, DIVANI E POLTRONE. SONO ELEMENTI  ESTREMAMENTE LEGGERI ED    ESSENZIALI CHE POTRANNO ESSERE INTERPRETATI SINGOLARMENTE O PER MODULI AL FINE  DI  ADATTARSI ALLE  PIU’ DIVERSE  ESIGENZE . REALIZZATI  UTILIZZANDO  ESCLUSIVAMENTE  MATERIALI RICICLATI,    CI    SI    E’  VOLUTI    ISPIRARE  AGLI ORIGAMI, CERCANDO DI INTERPRETARNE I CRITERI  FORMATIVI PER   GIUNGERE A   QUELLE  FORME  CHE  AVREBBERO    VOLUTO EVOCARE LA SENSAZIONE DI  LEGGEREZZA E   DI  RIGORE   COMPOSITIVO CHE, TALVOLTA,     SUGGERISCONO    DEI   SEMPLICI  FOGLI  DI CARTA  SAPIENTEMENTE RIPIEGATI . LE RETI   ELETTRO-SALDATE,  MATERIALE  COMUNEMENTE  USATO    NEI     CANTIERI     EDILIZI,  PROTETTE  DA     UNA  VERNICIATURA  TRASPARENTE  CHE    FERMA  IL TEMPO    E  NE   RISPETTA  LA  NOBILTA’   DELLE     ORIGINI,  SONO STATE    PIEGATE   SECONDO    LINEE   OTTIMALI      RICERCANDO ,  CON    DILIGENZA    ED  ATTENZIONE,  IL  DIFFICILE  EQUILIBRIO  FRA LEGGEREZZA, STABILITA’ ED   ERGONOMIA.    SI    TRATTA    DI    PRODOTTI     COMPLETAMENTE      ARTIGIANALI    E,      QUINDI,     FACILMENTE    MODIFICABILI  SU    RICHIESTA,     SECONDO   GUSTI     ED ESIGENZE PERSONALI . OGNI  ELEMENTO  D’ARREDO  “HANS” E’ INEVITABILMENTE DOTATO  DI   UNA  SUA INDIVIDUALITA’ :     NESSUNO    DI     ESSI   SARA’ IDENTICO AD UN ALTRO COME LE   GOCCE D’ACQUA E… LE FOGLIE DI  UNA STESSA PIANTA.

Direzione artistica: Elle Venturini   –    Ideazione  e  progettazione : Sergio Pezzetta.    Ringraziamenti:     Si ringraziano per la collaborazione attiva le Officine Scaravetti Leonardo§Figli Snc di Pavia di Udine e la  tappezzeria Ennetre di Manzano (UD) . Senza la loro competenza   e disponibilità     la Linea “Hans” sarebbe rimasta … un sogno nel cassetto. Infine un ringraziamento particolare al fotografo Matteo Guariso di Udine per le splendide foto che ha fatto alle nostre poltrone, valorizzandone l’aspetto oltre ogni nostra aspettativa .  Per informazioni e ordini : Lucia Venturini, architetto: +39 335 5947301 – elleventurini@me.com-elleventurini.it – Sergio Pezzetta, architetto : +39 335 230057- sergio.pezzetta@libero.it

 

 

Michele Pogliani,

Nato a Roma comincia i suoi studi di danza presso il Centro Professionale di Danza Contemporanea diretto da Elsa Piperno e Joseph Fontano. Nel 1984 si trasferisce a New York per continuare i suoi studi principalmente con Merce Cunningham, Mark Morris, Sara Radner, Stephen Petronio, Tere O’Connor e altri. Studia balletto classico con Ernest Pagnano, Jocelyn Lorenz, Morjorie Mussman, Lawrence Rhodes, Cherylyn Lavagnino, Maggie Black e Cindi Green.Durante i dodici anni trascorsi a New York, lavora con varie compagnie: Rosalind Newman and Dancers (1986-87), Laura Dean Dancers and Musicians (1988) e la Lucinda Childs Dance Company (1989-1996), con la quale partecipa al tour mondiale dell’opera Einstein on the Beach di Robert Wilson e Philip Glass. Contemporaneamente lavora con giovani coreografi quali Eric Barsness, Ruby Shang, Doug Varone e – in Italia – con Enzo Cosimi, Roberta Gelpi e Adriana Borriello.

Al suo rientro in Italia nel 1996 presenta uno spettacolo di assoli, Rebel Angels, con le coreografie di Molissa Fenley, Jeremy Nelson, Sara Skaggs, Doug Varone e Tere O’Connor. Sempre nel 1996 debutta come coreografo con La Rosa Incarnata commissionata dalla compagnia Danzare la Vita.

Nel 1997 forma la sua compagnia CMP con la quale debutta con Il Rosario di Umili Meraviglie. Con la compagnia produce diversi spettacoli: Taz Nite, Cyber Queer Lounge – long d version, Earoticity (co-prodotto dal Festival Armunia), Tangram-tangled grammar (co-prodotto dal Festival International Montpellier Danse), Coppelia – based on a true story (co-prodotto dall’AMAT), Helzapop, Nouvelle Vogue di Federica Mastrangeli e Paolo Demitry (Pidieffe Collective), Venus as a Boy (con coreografie di Michele Pogliani, Michal Rynia e Lucinda Childs) oltre ad alcuni lavori più brevi come Cyber Queer Lounge – san Pietroburgo Night Caffè version (co-prodotto dal Comune di Roma), L’Erba del vicino è sempre più Verdi (co-prodotto dal Festival di Todi) e Ho vinto un Premio in occasione del Premio Danza&Danza e Ho vinto un Premio 2 per il premio Positano.

Parallelamente a quella di coreografo, Michele si dedica all’insegnamento presso la Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi. Ha insegnato in Italia, a Londra (International Dance Workshop), New York (New York University – Tish School for the Arts), Rotterdam (Rotterdamse Dansacademie, DansAteliers, Izola Plesni Kampus), L’Aia (Holland Dance Festival), Amesterdam (Henny Jurriens Stichting), e per le compagnie Dansgroep Krisztina de Chatel e Danceworks Rotterdam.

Dal 2004 al 2009 è coordinatore e docente presso Codarts – Rotterdamse Dansacademie in Olanda sotto la Direzione Artistica di Samuel Wuersten.

Insegna al triennio di Alta Formazione presso la Formazione Bartolomei e continua a collaborare in veste di ospite con l’Accademia di Rotterdam.

Nel 1998 vince il Premio Danza&Danza come miglior coreografo/danzatore, nel 2001 il Premio Positano alla carriera e nel 2005 il Premio Anita Bucchi come miglior coreografia con Venus as a Boy.