udine - c.so venezia

 

A volte sono rapito da scorci che catturano la mia attenzione con un magnetismo irresistibile. Sono luoghi dove il tempo si misura secondo metriche più distanti. Assenti. Non posso fare a meno di immergermi, di autodeterminarmi al di fuori della realtà’ che a volte odio pur essendone innamorato. Subisco la bellezza. In ogni sua forma. Credo sia l’unica vera ragione di vita. La Bellezza. Quella inconsueta. Quella inaspettata e sommessa. Mi ci abbandono al di la’ delle convenzioni e dei canoni. Anarchico per un ultima volta nel riflettere ciò’ che di bello trovo negli spazi che non hanno significato per il contingente. E’ l’unica cosa che non mi faccia temere la morte la bellezza. La sua assenza mi fa temere la vita.